Cosa sono i plugin?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Qualche giorno fa mi sono trovato nella situazione di dove spiegare cosa sono i plugin, effettivamente mi sono reso conto che per qualcuno abituato ad aver a che fare con il web, questo può essere ovvio e scontato, ma ciò non si può dire nei confronti della maggior parte degli internauti. Ogni giorno l’utente medio naviga o utilizza programmi senza essere a conoscenza del fatto, che tali programmi, potrebbero mettergli a disposizione un mondo di plugin o estensioni.

Diamo una definizione chiara di cosa sono i plugin e a cosa servono:

Il plugin può essere definito come un potenziamento o un’estensione di un programma, quindi non un programma autonomo, ma una componente aggiuntiva che fornisce al programma base nuove funzioni, o che potenzia quelle già presenti, in alcuni casi.

Questo discorso può valere per qualsiasi genere di programma per computer (per esempio programmi di grafica, o in genere per la modifica di contenuti multimediali), ma anche per le applicazioni dei nostri tablets o cellulari e anche per i nostri siti web (vedi wordpress, magento, joomla ecc.).

La possibilità di supportare una serie di plugin aggiuntivi è un vantaggio notevole, questo perchè da occasione all’utente di accedere ad una esperienza di utilizzo molto più ricca, ma soprattutto personalizzabile a seconda delle sue necessità, inoltre rappresenta un vantaggio in termini di innovazione, dato che renderà lo sviluppo del programma molto più rapido e dinamico.

a cosa servono i plugin

Una caratteristica peculiare di questi componenti aggiuntivi, è che in moltissimi casi sono elaborati da soggetti terzi rispetto ai realizzatori effettivi del programma o dell’app in questione; questo ovviamente vale per le aziende di software che danno tale possibilità ai loro prodotti e per agevolare i programmatori esterni, rilasciano i così detti SDK o Software Development Kit, ossia kit di sviluppo, che hanno proprio la funzione di aiutare gli sviluppatori a creare nuovi plugin.

Potrete quindi trovare plugin ovunque e magari con nomi diversi, a volte add-on, a volte estensioni (come sui browser web, come chrome o firefox), con mille funzioni e caratteristiche diverse, ma il discorso non cambia, lo scopo è quasi sempre quello di perfezionare, arricchire e potenziare.

Non sempre però portano vantaggi!

Bisogna infatti prestare attenzione prima di installare un plugin, perchè può capitare che non siano realizzati a dovere e corriamo il rischio di non ottenere dei benefici, ma anzi un danno. Raccomando quindi di leggere sempre le specifiche e la descrizione che solitamente accompagna un plugin (spesso sono abbinati ad un sistema di valutazione dove gli utenti danno il loro parere) prima di installarlo e ricordate che come sempre “il troppo stroppia”, quindi evitate di installare mille componenti aggiuntivi, ad esempio ai vostri siti web, per non rischiare di appesantirli troppo e così facendo rallentandone il funzionamento o il caricamento.

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Federico Deserti

Federico Deserti

Da anni nel settore del Web design e nello sviluppo di siti web in tutte le loro componenti, ho realizzato numerosi progetti Web. Google partner certificato e specialista SEO e SEA, ho gestito e gestisco progetti di web Marketing multi canale sia nel settore B2B che B2C.

Contattami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *