Con l’avvento del html5 una buona fetta del web ha conosciuto una nuova era di velocità e accesso rapido ai contenuti, in particolare alle notizie, sopratutto sui dispositivi mobile.

Le esigenze nate con la diffusione di massa di smartphone e tablet, hanno portato ad innovazioni come la tecnologia adattativa responsive, che adatta i contenuti di un sito web in funzione delle dimensioni dello schermo su cui vengono visionati, ma ora Google punta ad andare oltre.

La risposta di Big G alla sempre crescente domanda di velocità porta il nome di AMP Project ossia Accelerated Mobile Pages Project !

L’AMP Project , o AMP HTML e’ un nuova struttura open source , quindi aperta a tutti, costruita interamente su tecnologie web già in uso comune, che consentirà ai siti web di costruire pagine leggerissime e quindi un accesso immediato a news e contenuti online.

Viste le potenzialità del progetto, non sorprende che tra i maggiori sostenitori siano annoverate testate giornalistiche come il New York Times, la Stampa, Faz, Die Zeit, El Pais, il Guardian, Financial Times, Les Echos e Nrc, inoltre hanno dimostrato grande interesse anche piattaforme come Twitter, Pinterest, Linkedin, WordPress, Parse.ly e Chartbeat, che si sono già unite al progetto.

In realtà si può dire che l’idea nasca proprio dalle testate giornalistiche, che in particolar modo sentono l’esigenza di un accesso sempre più rapido ed efficiente ai propri contenuti, cosa che ha portato pochi mesi fa, alcuni dei giornali sopra citati ad ” unirsi ” a Google nella  Digital news initiative (Dni), associazione nata proprio con queste finalità.

L’ AMP Project al momento è ancora in fase sperimentale in un ambiente di sviluppo realizzato da Google, ma Dave Besbris (Vice President of Engineering at Google Inc), ha affermato che potrebbe essere lanciato già dal prossimo anno.

Restiamo quindi in fiduciosa attesa e se volete ulteriori informazioni direttamente alla fonte, QUI troverete il portale dedicato al progetto!

Recommended Posts