Responsive Search ADS: come funzionano gli annunci “adattabili” di Google

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Pubblicato su eLogic Digital Company

Google non cessa mai di dimostrare la sua incessante necessità di evolvere e sviluppare le proprie piattaforme. Tra le tante novità presentate e annunciate negli ultimi mesi, una delle più interessanti riguarda senza dubbio il graduale rilascio dei Responsive Search ADS, il nuovo formato di annunci adattabili per la rete di ricerca di Google ADS.

Google ADS sta gradualmente rilasciando in fase Beta gli Annunci Adattabili per la rete di ricerca, evoluzione degli annunci di testo espanso, offrendo la funzione Responsive Search ADS solo ad alcuni fruitori della piattaforma.

Questa nuova funzionalità, annunciata negli ultimi mesi del 2018, nasce con l’obiettivo di allinearsi ad altre innovazioni che negli anni Google ha largamente promosso e diffuso, portando il web ad evolversi (e con esso il mondo dell’internet advertising) agevolando l’esperienza utente su dispositivi mobile.

La capacità di adattamento che caratterizza questi nuovi annunci, da cui la definizione diResponsive Search ADS, consente la visualizzazione di una maggior quantità di contenuto, portando il “corpo” dell’annuncio da 2 a 3 Titoli e da 1 a 2 testi descrittivi. 

Responsive Search ADS

La maggior quantità di contenuto però, non è l’unica novità e neppure la più interessante, infatti la vera innovazione passa dalla modalità con cui i nuovi annunci verranno proposti agli utenti.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO ORIGINALE…

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Federico Deserti

Federico Deserti

Da anni nel settore del Web design e nello sviluppo di siti web in tutte le loro componenti, ho realizzato numerosi progetti Web. Google partner certificato e specialista SEO e SEA, ho gestito e gestisco progetti di web Marketing multi canale sia nel settore B2B che B2C.

Contattami