Nella professione del Web Designer ma anche del SEO capita di frequente di dover elaborare strategie e adattare le proprie competenze, alle particolari esigenze che un cliente può presentare rispetto ad un altro. Questo capita principalmente nelle fasi iniziali del lavoro, quando il cliente espone le proprie necessità o idee e non è raro che qualcuno chieda (soprattutto quando si parla con persone che si approcciano al web come mezzo di business per la prima volta), se sia necessario aprire anche pagine sui Social network oltre al sito web, oppure avendo già una certa dimestichezza con i Social, se sia davvero necessario il sito e se non convenga concentrarsi su Facebook, Twitter, ecc..

Parto subito dicendo che non c’è una risposta assoluta, i casi vanno valutati singolarmente o per lo meno, a seconda delle esigenze generali e della tipologia di attività o visibilità che si vuole raggiungere. Non secondario è il budget che si decide di investire nella propria presenza sul web.

Chiudiamo quindi il preambolo e passiamo ad analizzare con ordine la questione:

  • Meglio un sito web o una pagina Social?

La questione non è cosa sia meglio o più  conveniente tra i due, ma la scelta (se deve esserci) è cosa si intende ottenere portando il proprio business sul web? È facile capire che i Social Network, potenzialmente, possono offrire una buona visibilità con una spesa più contenuta rispetto ad un sito web professionale, ma per contro non possono ancora offrire la versatilità operativa di un sito ben strutturato. Un sito infatti può evolvere col tempo e fornire maggiori servizi agli utenti. Un sito vetrina per esempio, può essere arricchito di un blog, integrato con un sistema di e-commerce e molto altro.

Quindi per dare una risposta a “è necessario un sito?” si potrebbe dire che non lo è se non si la necessità di offrire servizi o di promuovere una gamma di prodotti specifica, se si vuole investire un budget limitato e se si vuole raggiungere un pubblico di massa in modo relativamente rapido.

Diventa necessario se si inizia a parlare di blog, negozi online, di raggiungere un gruppo di utenti più specifico e se si vuole puntare ad una realtà aziendale articolata spingendo su servizi e prodotti, che in questo modo potranno essere resi più visibili, rintracciabili e accessibili alla clientela che si sta cercando di raggiungere.

Nella mia esperienza un buon sito web è sempre accompagnato da una struttura Social ben articolata.

  • Vogliamo parlare di costi?

Aprire un sito web è chiaramente più dispendioso, nel budget da stanziare vanno considerati non solo i costi di realizzazione, ma anche quelli di gestione e mantenimento come hosting e aggiornamenti. Un sito fatto e poi abbandonato a se stesso è sempre uno spreco di risorse, quindi bisogna entrare nell’ottica di uno strumento che deve produrre, che deve portare ad un ritorno economico, su cui quindi è giusto investire affinché renda al massimo.

  • Ma per avere la tanto sospirata visibilità?

Qua si entra nel territorio della famigerata SEO (leggi anche Ma cosa è la SEO?). Mi preme chiarire subito che non esistono ricette miracolose per raggiungere rapidamente le prime posizioni sui motori di ricerca, ne per prendere una pagina Social e renderla una pagina seguita e di successo da zero, nel giro di un paio di giorni.

Per ottenere questi risultati sono necessari tempo e impegno, per un sito serve un accurato lavoro di SEO, occorre concentrarsi sulle parole chiave giuste per scalare via via posizioni sui motori di ricerca, magari acquisire autorevolezza producendo contenuti e servizi di qualità.  Sui Social Network il discorso è simile, ci vuole tempo e impegno per creare contenuti che attirino gli utenti e mantengano l’interesse alto nel tempo. Sono sistemi alla portata di qualsiasi attività,  nulla di incredibilmente complesso o solo per gli addetti ai lavori, ciò che serve però è un progetto e una strategia chiare (ed è qui che il SEO deve dare le giuste indicazioni al cliente), oltre ad avere costanza e criterio per arrivare ad ottenere i risultati sperati.

  • Vale la pena investire negli annunci a pagamento su Google e Social?

Mi dispiace essere ripetitivo, ma ancora una volta la risposta è Dipende..

Le campagne a pagamento sono senza dubbio strumenti potenti per portare visite alla propria piattaforma web, queste possono essere attuate sia a mezzo di sistemi molto complessi e articolati come ADWords di Google, o attraverso sistemi più semplici e di immediato utilizzo come quello proposto da Facebook. In entrambi i casi la parola d’ordine è una “Obbiettivi”, che sia ottenere contatti, click, maggiori visite, vendite online, o clienti in negozio.

Iniziare una campagna con il metodo “proviamo a metterci un po’ di soldi e vediamo come va”, è un sistema che inevitabilmente porta allo spreco di risorse. Il mercato delle campagne online (anche se in decrescita nell’ultimo periodo) è enorme e i competitor sono numerosissimi in qualsiasi settore, serve dunque un approccio strategico e curato, basato appunto su obbiettivi chiari fin da principio. Il budget e tempo sono elementi chiave, vanno valutati in funzione della campagna e devono essere studiati in seguito ad un attento studio di settore, capendo come si muove la concorrenza e studiando i metodi migliori per ritagliarsi la propria fetta di visibilità. Si possono creare annunci in base ad aree geografiche, in base agli interessi, in base a specifiche fasce d’età, ma l’importante è sapersi muovere in modo dinamico, seguendo e correggendo le proprie campagne continuamente, per ottenere la visibilità desiderata e arrivare alla così detta “Conversion”, che in pratica è l’ottenimento dell’obiettivo alla base della campagna!

Spero con questa breve guida, di essere stato utile e di aver fornito qualche spunto di riflessione, a chi sta cercando di orientarsi in questo settore. Grazie per aver letto sino a qui se vorrete condividere il mio articolo.

Per ricevere altre guide e aggiornamenti su Web Design, SEO e Grafica, Registrati alla nostra Newsletter!!

[wysija_form id=”1″]

 

 

Condividi!

The following two tabs change content below.
Federico Deserti
Da anni nel settore del Web design e graphic design e della SEO, ho realizzato numerosi progetti Web. Per un ventaglio di competenze a 360° ho acquisito esperienza anche nelle realizzazioni grafiche di materiale promozionale cartaceo, dai biglietti da visita alla realizzazione di layout grafici per riviste e cataloghi. Infine mi sono dedicato al Web Marketing e a far esprimere al massimo il potenziale dei miei clienti e del loro business sul web.
© 2018 Beltenis.it | Web Design & SEO | Tel +39 333 3070914 | P. IVA 03355181201 | Email: federico.deserti@beltenis.it | Privacy e Cookie Policy
Top

Web design a cura di Federico Deserti